venerdì 31 maggio 2013

soluzione british ad una giornata uggiosa

Un momento di autunno a fine maggio: cielo altamente variabile, aria fredda, scrosci improvvisi e persistenti di pioggia. Ci si veste a strati anche dentro casa, si rimette sul letto la coperta pesante... e si accende il forno.

Questa sera non ho tempo per cucinare ma un intirizzimento generale da scacciare e tanta voglia di farmi coccolare da qualcosa di avvolgente e morbido. E soprattutto caldo. Chi avrebbe detto di stare a inizio estate con le stesse sensazioni di novembre... 

Mentre la zuppa di verdura va da sola sul fuoco mi dedico a pochi gesti veloci; poi il forno comincia ad emanare profumo di buono: scelgo un bel film e porto il vassoio con la zuppa accanto al divano. All'intervallo levo il dolce dal forno e dopo un po' me lo gusto così, a cucchiaiate tiepide e confortanti. 

Il fascino di un momento insolito, di un brivido sconfitto, di una ricetta storica inglese classica degli anni '40 (chi meglio si intende di clima uggioso?!), di qualche tocco mio nell'aromatizzazione... E' proprio indispensabile l'estate quando ci si sente a casa? In questo momento tanto british mi sembra quasi di no...



Crumble di mele con alloro zenzero e cannella
ingredienti per 4/6 persone:
4 mele (circa 450 gr. di polpa al netto di bucce e semi)
130 gr. di burro
220 gr. di farina 00
130 gr. di zucchero di canna
1 cucchiaino e 1/2 di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero fresco gartuggiato finissimo
1 foglia di alloro

Accendere il fonro a 160° ventilato o 180° statico.

Sbucciare le mele, privarle del torsolo, tagliarle in quarti e poi in fettine spesse circa 7-8 mm.

Versare le mele in una pirofila 18 x 24 cm. e mescolarle a 20 gr. di zucchero di canna, 20 gr. di burro a fiocchetti, 1 cucchiaino di cannella, metà dello zenzero, la foglia di alloro divisa in due o tre pezzi e un paio di cucchiai di acqua.

Coprire la pirofila con un foglio di alluminio e cuocere in forno caldo per 15 minuti.

Nel frattempo mescolare il burro rimanente a dadini con la farina setacciata, il resto della cannella, dello zenzero e dello zucchero, lavorando in punta di dita fino a che si ottiene un composto a briciole fini ed uniformi.

Levare i pezzetti di alloro dalla pirofila, versare circa metà del composto sopra le mele e premere bene con il dorso di un cucchiaio per compattare il tutto, quindi versarvi sopra il resto delle briciole e distribuirle in uno strato uniforme, senza premere troppo in modo che rimanga abbastanza leggero.



Infornare di nuovo la pirofila e cuocere per 15 minuti, quindi abbassare la temperatura del forno e cuocere altri 25 minuti circa, fino a che la superficie sarà ben dorata.



Servire tiepido, sostanzialmente a cucchiaiate. Per un'impedita come me, lo ammetto, è praticamente impossibile da fotografare in modo che risulti appetitoso almeno la metà di quanto lo è realmente. Bisogna andare un po' in fiducia...


  • rivoli affluenti:
  • il suggerimento di cuocere prima le mele da sole viene da: Marguerite Patten, A Century of British Cooking, Grub Street, 2001, ISBN 1-902304-69-1
  • il trucco dell'impasto per il crumble sparso in due tempi è di: Brian Turner, Brian Turner's favourite British recipes, Headline Books, 2003, ISBN 0-7553-1092-6

4 commenti:

  1. Bellissima l'idea del crumble per questo tempo uggioso e, soprattutto, assai intrigante l'idea dell'abbinamento con l'alloro...

    RispondiElimina
  2. Parlando di inviti a nozze...
    Che bello vedere qualcosa di Patten-related proprio mentre mi accingo a conoscerla meglio!
    E finalmente si menziona in rete l'abitudine british di mettere l'alloro nei dolci.Ci sta benissimo! :)

    RispondiElimina
  3. Intanto spezzerei un paio di lance in favore delle atmosfere novembrine e delle preparazioni che ispirano...poi mi chiedevo: ma il resoconto dell'evento giapponese?

    RispondiElimina
  4. @cuoca.cialtrona: grazie, anche quella è un'ispirazione britannica

    @edith.pilaff: sono curiosa di vedere gli esiti di queste tue nuove letture...

    @virò: è stato un impatto incredibile! Ne scrivo appena mi riprendo...

    RispondiElimina