mercoledì 9 aprile 2014

un "normale" polpettone ai peperoni

Da un estremo all'altro: involtini svizzeri, zuppine cinesi, polpette di ispirazione spagnola, spiedini giapponesi... e poi un eccomi qui con bel polpettone casalingo!

Già, perchè ogni tanto sembra ci debba stare sulla tavola anche un po' di "normalità". A me per essere sinceri tutto quello che cucino e pubblico in questo blog sembra "normale", ma a quanto pare un piatto classico italiano ogni tanto sembra dia una sorta di immagine rassicurante della mia tavola a chi la condivide.

Quindi oggi e nei prossimi giorni un paio di classici dei classici: un polpettone e uno spezzatino di coniglio. Avendo in casa peperoni e melanzane (lo so... due verdure completamente fuori stagione per aprile, ma non è colpa mia: sono ingredienti per altri piatti su commissione!) li ripartisco equamente tra le due ricette. E oggi mi tocca il polpettone ai peperoni.

E qui, per evitare tentazioni personali che mi spingerebbero a brasare i peperoni alla giapponese, frullarli e mescolarli alla carne insieme ad altri innominabili ingredienti esotici per un piatto decisamente contaminato, provo a dare un'occhiata sul web digitando "polpettone con peperoni". E mi appare l'idea, molto più tranquilla, di un polpettone "normale", farcito di peperoni in spadellati.

Ok. La scelta di un'aroma protagonista, l'origano, pochi tocchi personali sempre di stampo italiano ed ecco spuntare anche in questi miei spazi (il virtuale e il domestico) una ricetta tranquilla, con ingredienti classici e nessuna delle solite curiosità per il palato. Se non finisse per essere una curiosità la sorpresa dei miei commensali! 

Evidentemente il polpettone è sufficientemente "normale" per essere considerato "anormale" se uscito dalle mie mani...


Polpettone all'origano, con peperoni e formaggi

ingredienti per 4/6 persone:
350 g di carne trita di manzo
300 g di salsiccia fresca
3 peperoni (350 g c.a di polpa netta)
1 cipolla
1 spicchio di aglio
120 g di mozzarella
50 g di provolone piccante
40 g di grana grattugiato + 1 manciatina
50 g di pane secco
1 bicchiere di latte
1 uovo
1 cucchiaio di origano
4 cucchiai di olio
sale
pepe al mulinello

Mettere a bagno il pane spezzettato nel latte, intiepidito con un pizzichino di origano; tagliare la mozzarella a bastoncini e lasciarla scolare su un tagliere inclinato; tagliare i peperoni a dadini e tritare finemente cipolla e aglio. 

Saltare i peperoni con cipolla e aglio in 2 cucchiai di olio caldo per qualche minuto, quindi salare, spolverizzare con 1 cucchiaino di origano, mescolare bene, coprire, abbassare il fuoco e lasciar stufare una quindicina di minuti. Spegnere, scoprire e lasciar intiepidire.

Mescolare la carne trita con la salsiccia spellata e sminuzzata, il grana grattugiato, il pane delicatamente strizzato dal latte, l'uovo sbattuto, il resto dell'origano, sale e abbondante pepe.

Stendere la carne su un foglio di carta forno unto con 1 cucchiaio di olio e formare uno strato compatto e uniforme spesso circa 1 cm. Asciugare la mozzarella con carta forno; tagliare il provolone a bastoncini.

Distribuire i peperoni sulla carne, scolando eventuale olio in eccesso, e poi disporvi sopra i bastoncini di mozzarella alternati a quelli di provolone.


Arrotolare la carne su se stessa aiutandosi con la carta forno, stringendo bene e compattando il rotolo sul bordo di giuntura ed ai lati, in modo da formare una massa soda e compatta senza che il ripieno fuoriesca.

Trasferire il polpettone sulla carta forno in una teglia, ungerlo leggermente, richiudere appena la carta senza stringere, solo a coprirlo, ed infornare in forno statico a 180 °C per mezz'ora.

Aprire la carta forno, spolverizzare in polpettone con una manciata di grana grattugiato e cuocere altri 15/20 minuti a 200 °C, in modo che in superficie si formi una crosticina dorata.


Servire il polpettone caldo o tiepido, tagliato a fette (meglio usare un coltello seghettato) ed irrorato con il suo fondo.

  • rivoli affluenti:
  • questa la ricetta, tra quelle viste in rete, da cui ho preso lo spunto iniziale dei peperoni come farcia

6 commenti:

  1. E lo so...in effetti questo polpettone ai peperoni mi attrae anche di più degli spiedini giapponesi!
    Comunque mi interessa la cottura in forno...il polpettone mitico e classico di mia suocera era cotto (leggi: fritto) in padella...

    RispondiElimina
  2. @virò: puoi cuocerlo anche in padella, cambia poco. L'unica cosa è che in forno non lo devi girare, quindi rischi meno che esca il ripieno, soprattutto quando i formaggi cominciano a colare.

    RispondiElimina
  3. Molto speciale nella sua normalità. è davvero appetitoso! la stagione per queste delizie di ortaggi si avvicina: meglio avere già in repertorio queste bontà!

    RispondiElimina
  4. un polpettone originale mi piace questa versione con i peperoni

    RispondiElimina
  5. E sei riuscita a renderlo anche fotogenico!

    RispondiElimina
  6. @teti: sei gentile

    @günter: grazie!

    @loredana: devo dire che ci sto mettendo un po' più di impegno per provare a scattare foto non proprio pessime... ma la strada è ancora lunga!

    RispondiElimina