giovedì 3 luglio 2014

polpette al latte e vecchiaia

Visto che il clima è ancora freschino e so di non avere tanto tempo per cucinare oggi prendo della carne di manzo un po' mista, la macino e ne faccio delle polpette. Miscelo ingredienti così come li vedo in frigo, le cuocio nel latte e alla fine mi viene da sistemarle come fingerfood in una verrine, con uno stecchino per gustarsele ed un paio di stick di pane croccante per pescare la salsina rimasta sul fondo.

Mentre dispongo tutto per la foto ho una sorta di flashback... e grazie all'archivio del blog comprendo perché questa sensazione di déjà vu: mi tornano improvvisamente in mente dopo anni delle polpette di salmone norvegesi che ci somigliano un bel po'. 

Ispirazioni sedimentate riemergono dopo anni, insomma. La chiamiamo esperienza o semplicemente vecchiaia? Propendo per la seconda ipotesi, dato che nel frattempo dimentico in un angolo i crostini e me ne rendo conto solo quando poi scrivo il post, ore dopo che sia polpette che stick di pane sono stati totalmente spazzolati!


Polpette di manzo e pecorino al latte 

ingredienti per 2-3 persone come secondo, per 4-6 come fingerfood:
300 g di manzo macinato
250 ml latte
1 uovo
1 scalogno
3 cucchiai di pecorino al pepe grattugiato
3 cucchiai di prezzemolo tritato
3 cucchiai di farina
1 cucchiaio di pangrattato
2 cucchiai olio extravergine
15 g burro
sale

per i crostini:
3 fette di pancarrè integrale
1 nocina di burro
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
sale

Tritare finissimo lo scalogno e mescolarlo alla carne, insieme con l'uovo sbattuto, il pecorino, il pangrattato, un cucchiaio di prezzemolo e un pizzico di sale.

Formare una trentina di palline e rotolarle nella farina.

Fondere il burro con l'olio e dorarci le polpette.

Unire al fondo di cottura 1 cucchiaio di farina e tostare un minuto, quindi versare il latte a filo fino a che si è ben amalgamato e un pizzico di sale.

Cuocere a fuoco basso  mescolando spesso fino a che la salsa si addensa e diventa bella cremosa, ci vorranno circa 10 minuti.

Regolare se serve di sale, spegnere e spolverizzare con il resto del prezzemolo.

Mentre le polpette cuociono lavorare il burro dei crostini con il prezzemolo ed il sale, spalmarlo su entrambi i lati delle fette di pane, tagliarle ciascuna in 4 rettangoli e tostarli per un paio di minuti.

Servire le polpette in ciotoline individuali decorandole con uno stecchino ed un paio di crostini a testa.


Il piatto con i crostini stava sul fondo... anche se non si vede!
  • rivoli affluenti:
  • citazione d'obbligo: "... and then one day you find ten years have got behind you..."
  • Ovvero, ovviamente... 

2 commenti:

  1. Faccio spesso le polpette anche in estate xkè sono buone anche da tiepide, e questa cremosità resa dalla cottura con latte m'intriga parecchio, la proverò a razzo!

    RispondiElimina
  2. @ilaria: se qui non ci fossero stati 16 gradi avrei probabilmente aspettato un paio di mesi per prepararle. Evidentemente non tutto il male vien per nuocere!

    RispondiElimina