martedì 8 luglio 2014

riflessioni esistenziali sopra spiedini alla birra

Sono passata accanto ad un negozio che propone tatuaggi, nail art, pedicure, piercing, trucco permanente e non so cos'altro. Mi sono resa conto che nella mia vita non ho mai avuto motivo per entrarci: è dedicato a clienti diversi da me, persone che intendono il corpo come strumento di comunicazione.

Personalmente ho sempre comunicato a parole, gesti, sguardi e silenzi, pensavo di non utilizzare altro. Ma se ci rifletto non è poi così vero: a livello visivo ho anche un mio personale stile di abbigliamento, ad esempio. Ed ho poi uno stile di scrittura, pure. E certamente di cucina. E così via.

Oggi il tema richiesto dalla cena con amici che mi conoscono abbastanza bene era "spiedini non troppo strani". Ho cominciato con ingredienti tradizionali ma non ce l'ho fatta a rimanere completamente nella norma. E mentre li sfumavo con la birra pensavo che il livello di conoscenza che hanno queste persone di me sta proprio in quella raccomandazione.

Le relazioni con gli altri sono sempre più articolate di come le definiamo. Come mi capita nel blog, mi rendo conto di raccontare inconsapevolmente molto di me anche nella vita reale, nonostante non sempre ci tenga a farlo...

Spiedini misti con peperoni e mele alla birra cipolla e alloro 

ingredienti per 4 spiedini:
300 g di fesa di tacchino
200 g di salsicce
50 g di pancetta a fette spesse 5 mm
1/2 peperone rosso
1/2 mela gialla
1 piccola cipolla
1/2 limone
150 ml di birra chiara
5 piccole foglie di alloro
1 cucchiaino di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di paprika dolce
2 cucchiai di olio
1 cucchiaio di burro
sale

Lasciare a bagno gli spiedini di legno per una mezz'oretta in acqua fredda. Nel frattempo tagliare il tacchino e la salsiccia a dadotti da 3 cm, la pancetta ed il peperone a quadrati della stessa dimensione e la mela in 4 spicchi, tagliati poi a metà e spruzzati con succo di limone.

Infilare i vari ingredienti sugli stecchini asciugati, alternandone i colori ed infilando su ciascuno anche due mezze foglie di alloro.

In una padella ampia scaldare l'olio e il burro con l'ultima foglia di alloro; unire la paprika e subito dopo gli spiedini, dorando la carne su tutti i lati a fuoco vivo per 4 o 5 minuti in tutto.

Tritare finemente la cipolla e unirla agli spiedini, insaporirla per un minuto quindi salare e zuccherare.

Unire la birra, sfumare, abbassare la fiamma e lasciar cuocere una decina di minuti, 

in modo che il fondo di cottura si restringa e gli spiedini siano morbidi all'interno e di un bel colore dorato all'esterno.

Regolare se serve di sale e servire gli spiedini cosparsi con un cucchiaio di cipolle caramellate, accompagnati eventualmente da erbette ripassate in olio e aglio e profumate con una dadolata fine di scamorza affumicata.
  • rivoli affluenti:
  • Ci si rivela anche attraverso la musica? Allora: 

3 commenti:

  1. ...qua neanche uno spiedino è mai banale e scontato, anzi!!! ;))

    RispondiElimina
  2. @ilaria: no, be'... qualcosina di quasi normale ogni tanto spunta pure qui... come nella mia vita vera...

    RispondiElimina
  3. Grazie per questo grande sito, davvero variegato idee buone e interessanti. Soprattutto continuate così. Buona fortuna
    Cordialmente

    voyance gratuite par telephone

    RispondiElimina