venerdì 22 agosto 2014

insalata con salmone e fagioli neri, un tentativo light...

In casa c'è chi si è messo ufficialmente a dieta. Ovviamente si tratta di un bluff: tempo un paio di settimane al massimo si tornerà al regime abituale.

Per il momento però bisogna fingere di crederci e dimostrarsi virtuosi. Così il frigo è pieno di cosine leggere leggere, tutte da pesare accuratamente, da lavorare con la massima semplicità e da consumare divise il 5 o 6 piccoli pasti giornalieri... 

Il vantaggio è che con gli stessi ingredienti si possono preparare piatti gustosi e goduriosi, che appaiono ricchi anche se nella sostanza sono in effetti leggermente meno "pesanti" di quelli "normali". Specifico che in questo post i termini tra virgolette riportano il linguaggio attualmente più in uso in casa... e che spero non duri troppo a lungo! 

Poco conta valutare le effettive calorie, l'apporto nutrizionale effettivo di tali cibi e le loro associazioni, in questo momento di parossistica "lotta al grasso": l'importante è che nel piatto appaiano "dietetici". 

Così per oggi ecco "un'insalata" con "legumi" e pure un po' di pesce alla piastra, che è "leggero" per antonomasia... Per il penitente, ovviamente, tutto servito in piattini separati, con "pane senza lievito" pesato e olio a parte, da dosare eventualmente di persona. 

Per chi a dieta non è... basta trasformare i fagioli in crema, aggiungere qualche dadino di avocado e servire tutto inseme sopra il famoso pane non lievitato (ovvero una piadina all'olio). E siamo subito dei peccatori!


Insalata di salmone con fagioli neri 

ingredienti per 4 persone:
2 tranci di salmone da c.a 200 g l'uno
1 avocado
2 pomodori, circa 300 g in tutto
1 cespo di lattuga gentile
1 limone
3 cucchiai di olio extravergine leggero
1 cucchiaino di olio di sesamo
sale
pepe nero al mulinello

per la piadina*:
300 g di farina semi-integrale tipo 2
75 ml latte
5 cucchiai di olio extravergine
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzichino di sale

per la crema di fagioli**:
500 g di fagioli neri, a bagno 12 ore
1 cipolla tritata
1 rametto timo
1 foglia alloro
2 rametti prezzemolo
1 rametto maggiorana
1 foglia salvia
2 cucchiai olio
sale

Per le piadine intiepidire il latte con pari quantità di acqua; setacciare la farina con bicarbonato e sale (rimettendo la crusca nella farina, serve solo ad arieggiare).

Impastare farina, latte e olio con vigore per qualche minuto, quindi coprire l'impasto e lasciarlo riposare a temperatura ambiente 24-48 ore.

Per la crema mettere i fagioli a bagno 12 ore. Scolare e sciacquare bene. Tritare la cipolla e mondare le erbe.

Rosolare la cipolla con alloro e salvia nell'olio, unire i fagioli e tutte le altre erbe e far insaporire qualche minuto.

Coprire con 1 l di acqua di bollente e cuocere coperto a fuoco basso per 1 ora e 40 minuti circa, salando verso la fine. 

Scolare grossolanamente circa 300 g di fagioli e frullarli con 1 cucchiaio di succo di limone. Regolare di sale se serve e pepare leggermente.

Cuocere il padella il salmone con 1 cucchiaio di olio extravergine e 1/2 cucchiaino di olio di sesamo un paio di minuti da un lato e un minuto dall'altro. Salare, spegnere, lasciar intiepidire quindi sfaldare la polpa a bocconcini, eliminando pelle e lische.

 Mondare l'insalata e ridurla a pezzetti. Tagliare a dadini i pomodori. Tagliare l'avocado a dadini e spruzzarlo di succo di limone.

Stendere l'impasto delle piadine in 10 dischi spessi 2 mm su un piano infarinato e cuocerli uno alla volta in padella antiaderente bel calda 30-40 secondi per lato, impilandoli a mano a mano sotto un panno per tenerli morbidi.

Mescolare avocado pomodori e insalata con il salmone e condire con sale, 1 cucchiaio di succo di limone, 2 cucchiai di olio d'oliva e 1/2 cucchiaino di olio di sesamo, e una grattata di pepe.

Spalmare una cucchiaiata di crema di fagioli su ogni piadina, distribuirvi sopra il salmone con le verdure, spolverare di pepe e servire. 


La brocca nella prima foto?  Per i peccatori del vino bianco con succo di limone e qualche cubetto di ghiaccio. Per il penitente, naturalmente, semplice acqua fresca...
-------
* In realtà le dosi si possono dimezzare se si vogliono ottenere solo le 4 piadine necessarie alla ricetta... ma una piccola scorta di piadine fragranti e "dietetiche" fa sempre comodo!


** La dose per questa ricetta è di 110 g circa di fagioli secchi, ovvero di circa 280 g di fagioli cotti. Io ne ho preparati di più perchè  mi servivano per altre ricette.

Da 500 g di fagioli secchi si ottengono circa 1,4 kg di fagioli cotti, peso scolatoQuelli che non sono serviti per la crema sono diventati, per 250 g, un'insalata "light" con petto di pollo alla piastra e tanto prezzemolo. 

Il resto è stato surgelato insieme con il liquido di cottura, in attesa che finisca questa atmosfera di finta morigeratezza e si possano preparare un piatto ed un post un po' più decisi.
  • rivoli affluenti:
  • ovviamente la piadina è l'ennesima sperimentazione, questa volta in chiave pseudo-light, partita dalla piada dell'MTC
  • se si usa sale integrale e si sostituisce il latte con acqua questa ricetta segue tutti i parametri di Salutiamoci, un regime alimentare decisamente più serio di questo...
  • per un risvolto etnico, in pieno stile Mondo in Casa, con l'aggiunta di un po' di peperoncino ai fagioli, di un'abbondante spruzzata di lime sul salmone e di una bella cucchiaiata di panna acida a sormontare tutto, questa piada assomiglia moltissimo ad una tortilla messicana...
  • per velocizzare: fagioli in scatola, piadine all'olio dal banco frigo, insalata in busta come il profumato mix Orientali di Insal'Arte.

6 commenti:

  1. tu, giustamente, ti preoccupi della dieta del consorte. Io, invece, mi chiedo cosa sia successo alle tue fotografie. Quelle "normali". Perchè quelle che vedo qui, sono tutt'altro che "normali". In pochi mesi, oltretutto... dai, dimmi il segreto... oppure,dimmi che sei contagiosa, che così vengo a stare un po' con te ed è la volta che succede il miracolo anche dalle mie parti ;-)

    RispondiElimina
  2. Ciao finalmente riesco a passare da te e a farti i complimenti per questo super blog! La tua insalata mi piace molto e poi e' un piatto completo e genuino come piacciono a me ;-)
    A presto ilaria

    RispondiElimina
  3. Ottimo mi piace tutto anche semplice da fare. Le dosi ok se avanza surgelo come hai suggerito e fai tu. Devo solo trovare i fagioli neri non è facile dove vivo io. Un abbraccio e buona fine settimana.

    RispondiElimina
  4. Che bella insalata!! ho sorriso guardando le foto perchè mi sembrava un mix dell'ultima sfida e del libro! un mix super azzeccato! Complimenti!

    RispondiElimina
  5. @alessandra: il trucco c'è... si chiama "colpo di c..."!

    @ilaria: grazie!

    @edvige: puoi usare anche altri tipi di fagioli, nell'insieme dei vari ingredienti alla fine la differenza non la senti

    @francesca: in effetti... hai ragione! Non ci avevo pensato

    RispondiElimina
  6. il fagiolo nero mi manca...e trasformato in cremina come base al salmone e verdure, mi pare un ottimo pretesto x provarlo subito!

    RispondiElimina