venerdì 15 aprile 2016

frittata di platano, tra patate e banane


In un quartiere latino a Londra una venticinquina (!) di anni fa assaggiai una delle frittate più buone della mia vita. Ora non ricordo se fosse a base di patate dolci o di platano, le "banane" sudamericane che, come raccontavo qui, a seconda del grado di maturazione hanno sapore amidaceo di patata o di dolcissimo frutto. 

Quella che negli anni ho provato più spesso a ricreare è stata la versione di frittata con la batata, anche se non sono mai riuscita a ritrovare quel sapore straordinario che mi aveva colpito allora. Per questo non l'ho mai pubblicata sul blog. Dopo un po' mi è venuto il dubbio che si trattasse invece di platano. E così ecco qui il mio primo tentativo di ricostruzione. 

Gli do un nome spagnoleggiante, nonostante alcuni ingredienti non siano proprio tipicamente latini, perchè non ci siamo ancora, in effetti, ma utilizzando due tipi di platano, quello acerbo e durissimo dalla buccia verde e quello ipermaturo e cremoso dalla buccia nera, qualche cosa ho ritrovato. 

Mi sa che la prossima volta proverò a mescolare patate dolci e banane: chissà che fosse quello il segreto della frittata più buona della mia vita...



Tortilla de plátano con jamon y queso 

ingredienti per 2 persone:
1 platano maturo (buccia nera) 
1 platano acerbo (buccia verde/gialla)
4 uova
70 g di Emmentaler
40 g di prosciutto crudo un po' grasso
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di olio
sale
pepe nero al mulinello

Ridurre il prosciutto e i platanos sbucciati a dadini ed il formaggio a listarelle sottili. Sbucciare lìaglio e pestarlo leggermente con la lama di piatto di un grosso coltello.

Dorare il prosciutto nell'olio con l'aglio fino a che il grasso comincia a sciogliersi ed unire il platano acerbo.

Dopo 3 o 4 minuti unire il platano maturo e cuocere a fiamma più bassa 3 o 4 minuti.

Quando i platanos cominciano a caramellare unire 4 cucchiai di acqua e stemperare il fondo,  quindi salare leggermente, coprire e cuocere a fiamma bassa per altri 3 o 4 minuti, fino a che i platanos acerbi sono morbidi e quelli maturi quasi cremosi.

Nel frattempo sbattere le uova con 1 pizzico di sale e quasi tutto il formaggio, tenendone da parte una cucchiaiata.

Levare l'aglio, versare le uova nel tegame, mescolarle bene al resto, coprire e cuocere la frittata a fiamma medio-bassa per 2 o 3 minuti, fino a quando sotto è dorata e sopra gonfia a morbida.

Distribuire il resto del formaggio in superficie, coprire di nuovo, spegnere e lasciar riposare un minuto fino a che il formaggio è sciolto. Servire con un'abbondante grattata di pepe.
  • rivoli affluenti:
  • una serata tiepida, una bella birra fresca e una compagnia piacevole sono quello che ci vuole, in accompagnamento.

3 commenti:

  1. Grazie per questi consigli interessante forte, è bello venire attraverso articoli interessanti come il vostro! Vi auguro salute, la longevità, il successo, la felicità e la pace del cuore.

    voyance gratuite par telephone

    RispondiElimina
  2. in attesa di una tua completa soddisfazione mi sà che dovrò procurarmi del platano x assaggiare questa accoppiata di sapido e dolciastro che sembra andare a braccetto divinamente :)

    RispondiElimina
  3. @susane: grazie

    @ilaria: procurati, procurati... ;D

    RispondiElimina