martedì 18 ottobre 2016

arrosto alle noci e uvetta: forse una ragione c'è


Ultimamente ho dedicato, per ragioni differenti, molto tempo al mondo orientale. La cosa ha decisamente acuito il mio bisogno di cucina asiatica, eppure mi ritrovo ai fornelli a preparare tutt'altro, nonostante oggi sia sola e per una volta non debba rendere conto a niente e nessuno. 

Le mani vanno da sole, in una direzione che certamente non è l'Est. Mi chiedo come mai, visto che nei prossimi giorni dovrò concentrarmi su specialità che nulla hanno a vedere con l'Oriente e che il poco tempo libero di cui fare tesoro gastronomico asiatico sarebbe stato questo.

Non mi so dare una risposta. D'altro canto chi dice che tutto deve avere una spiegazione immediata? Credo che questo "istinto" che a volte spinge verso scelte e comportamenti inaspettati, sia in fondo una sorta di "razionalità nascosta": al momento non se ne capisce il perchè ma, prima o poi, magari anche dopo parecchio tempo, di certo la ragione risulterà chiara. 

Perché una ragione c'è. C'è sempre, per tutte le cose. 

Anche quelle piccole e ininfluenti sul senso della vita. Come cucinare un arrosto con patate in mood occidentale quando avresti voglia solo di zuppine leggere e riso con furikake...



Arrosto arrotolato di vitello con noci e uvetta

ingredienti per 4 persone:
700 g di arrosto di vitello
4 patate medie
40 g di pancetta affumicata tesa, a fette sottili
60 g di emmentaler 
1 cucchiaio di uvetta (c.a 10 g)
3 noci (o 6 gherigli già sgusciati)
1 spicchio di aglio
2 rametti di rosmarino
2 ciuffi di salvia
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 cucchiaio di Marsala dolce
2 cucchiai di olio extravergine
sale
pepe nero al mulinello

Mettere a mollo l’uvetta in mezzo bicchiere di acqua tiepida per 10 minuti. Tagliare la carne con un’incisione a spirale per ottenere una fetta unica dallo spessore uniforme; stenderla, eliminare eventuali filamenti e pellicole e pareggiarne i bordi.

Pelare le patate, tagliarle a tocchetti e pre-cuocerle al microonde per 5 minuti coperte a 900 w (o scottarle in acqua bollente appena salata). 

Tritare gli aghi di un rametto di rosmarino e le foglie di un ciuffo di salvia insieme allo spicchio di aglio e distribuirle sulla carne. Tritare grossolanamente le noci e scolare l'uvetta. Tagliare il formaggio a fette sottili.

Salare e pepare leggermente la superficie della "fettona" di carne, stendervi sopra le erbe, poi la pancetta e poi il formaggio; distribuirvi sopra le uvette e le noci e spolverizzare con una grattata di pepe.


Arrotolare abbastanza strettamente la fetta di vitello e legarla con refe da cucina, inserendo tra spago e carne il secondo rametto di rosmarino.


Rosolare bene la carne da tutte le parti con 2 cucchiai di olio (o metà olio e metà burro) con il secondo ciuffo di salvia fino a che è ben dorata su tutti i lati; sfumare con il vino bianco e il Marsala, salare leggermente su tutti i lato e poi levare dal tegame.

Nel fondo dell'arrosto saltare le  patate semicotte, in modo che di insaporiscano bene, quindi trasferire patate e arrosto in una casseruola.

Porla nel forno ventilato preriscaldato a  180 °C (o statico a 200 C°) e cuocere per 50 minuti, la prima mezz'ora coperto con la carta alluminio; bagnare ogni tanto l'arrosto con il fondo di cottura, unendo, se necessario, poca acqua calda.

A fine cottura lasciar riposare l'arrosto nella teglia coperta 10 minuti, quindi affettarlo sottile e servirlo con il fondo di cottura e le patate.


E' ottimo anche a temperatura ambiente e, insieme ad una foglia di insalata, perfetto per farcire un panino!
  • rivoli affluenti:
  • sto scrivendo, parlando ed ascoltando inglese da una settimana, nonostante gli argomenti siano internazionali; sto leggendo da mesi libri in lingua originale. Sto cominciando quasi a pensare in inglese. Che tutto questo c'entri, in fondo, con un arrosto, con l'uvetta, col marsala? Mah... A volte sarebbe anche riposante ignorare il senso nascosto delle cose. Anche quando spinge per fare a tutti i costi capolino.

3 commenti:

  1. Proprio ieri pensavo ad un rotolo di carne da preparare x variare un po' la cena. questo che proponi mi piace moltissimo e vorrei provare a farlo prendendo spunto dal tuo con le castagne. ma so giá che non verrá mai bello come questo!!! Sei sempre bravissima, questa ricetta é davvero stupenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mile.z: ottima idea le castagne! una volta lessate si potrebbero passare e spalmare sulla carme miscelate alle erbe, oppure spezzettare ed unire alla frutta secca, oppure lasciarle intere e mescolarle alle patate del contorno... Mi hai messo la pulce nell'orecchio: al prossimo arrosto mi scateno!

      Elimina
  2. Questa è una buona idea articolo anzi futuro si legge un po 'di tempo e, a volte il suo opposto sul tema!

    RispondiElimina