giovedì 15 dicembre 2016

cena leggera per amici cari: il secondo di pere, finocchi e edelpiz


Eccoci ad un ulteriore spunto per una cena leggera tra amici, il menù informale di quattro portate di questa settimana in cui l'antipasto e il primo piatto sono stati a base di frutti di mare e pesce. Come terzo piatto propongo ora una ricetta, molto semplice e veloce ma particolarmente intrigante, a base di formaggio, frutta e verdura. Anche in questo caso è un piatto che si può preparare in anticipo ed assemblare all'ultimo.

Sulla mia tavola, visto il periodo di grandi libagioni, cerco di contenere i danni e rappresenta un secondo, ma può essere proposto in verità anche come antipasto (magari con un tipo di formaggio dal sapore meno aggressivo), o come un contorno (con o senza formaggio), oppure può funzionare da intermezzo tra una portata delicata ed una più saporita, a rinfrescare spezzando la teoria di portate calde, e in alcuni menù può essere adatto addirittura come dessert.

Il formaggio protagonista del piatto è l'Edelpiz, un erborinato vaccino tedesco non molto conosciuto ma dalla personalità decisamente potente. Al suo posto sono perfetti anche Stilton e Roquefort oppure un Gorgonzola Piccante nostrano.



Insalata di pere e finocchi con Edelpiz, miele e nocciole tostate

ingredienti per 4-6 persone:
120 g di Edelpiz
1 pera dolce e soda (qui Max Red)
1 piccolo finocchio 
24 nocciole 
1 piccolo cespo di indivia riccia
4 foglie di radicchio rosso di Chioggia
1 ciuffo di rucola
1/2 limone
1/2 cucchiaino di miele di acacia
2 o 3 cucchiai di olio extravergine leggero
sale 
pepe bianco al mulinello

Sgusciare le nocciole e metterle in un tegame caldo e tostarle fino a che profumano e la pellicina tende a staccarsi. Rotolarle in un panno ruvido per spellarle grossolanamente, quindi tagliarle a pezzetti.

Tagliare l’indivia a pezzetti e la Chioggia a listarelle sottili e miscelarle con la rucola. Sbriciolare il formaggio.

Affettare sottilissimo (con la mandolina o l’affettatrice) il finocchio e metterlo a bagno in acqua acidulata con il succo del mezzo limone. 

Tagliare nello stesso modo la pera, non sbucciata ma privata del torsolo, e metterla a bagno insieme ai finocchi in acqua e limone. Conservare tutto in frigo fino al servizio.

Poco prima di servire distribuire le insalate nei piatti individuali, disporvi sopra i finocchi sgocciolati, coprire con le fettine di pera.

Emulsionare 2 o 3 cucchiai di olio con il miele e un pizzico di sale e condire. Cospargere con  le briciole di Edelpiz e le nocciole tritate, spolverizzare lievemente di pepe e servire.


PS: Ma si può?! Mi sono accorta solo ora che sto pubblicando che al piatto che ho fotografato mancano le nocciole! Oramai è tutto sparito e non posso aggiungerle e fotografare... che tonta! 
  • rivoli affluenti:
  • l'ispirazione per questa ricetta è derivata dalla lettura di una "insatata fresca con pera e nocciole" su La Cucina Italiana di dicembre 2005

6 commenti:

  1. :-) sì, si può.. succede anche a me! Io vivrei di insalate miste con frutta e formaggio, non stancano davvero mai! L'unica cosa "buona" delle diete, buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Sito ben fatto !!! Grazie per aver condiviso questo bellissimo !!! buona fortuna

    RispondiElimina
  3. Bravo per questo post Senza andare a "Mi piace" un piccolo Retweet spesso utilizzare per marcare la mia approvazione, anche se non ho nulla da dire nei commenti.

    RispondiElimina
  4. Il vostro sito è meraviglioso e diversificata. Essere disabile e insonne io sono sempre occupato con voi.
    Buona fortuna!

    RispondiElimina