Passa ai contenuti principali

Post

gnocchi coreani alle melanzane: quelli belli e possibili

Il mood asiatico oggi non ci porta esattamente in Cina ma in Corea, nonostante si tratti di un piatto esistente anche in Cina (e in Giappone, e così via...), seppur declinato con qualche differenza.
Parlo degli gnocchi di riso, che in Corea in questa versione si chiamano garaetteok e di cui avevo raccontato già la storia qui. Nota Bene: per "gnocchi coreani" non intendo i giovani attori che una mia amica appassionata di soap coreane (i sageuk)continua ad elogiare, invitandomi implacabilmente alla visione di cotanta beltà: "a prescindere" da quanto i protagonisti di quei k-drama siano effettivamente dei bei ragazzini... io continuo a preferire loro gli gnocchi di riso, che sono altrettanto belli, più credibili e decisamente possibili! Oggi li accompagno con un condimento che prende spunto dal gaji muchim o gaji namul, un'insalata coreana di melanzane, di solito precotte vapore e poi insaporite con abbondanti aglio e gochugaru, quel mitico peperoncino coreano in fi…
Post recenti

la Sardegna in una crema di cipolle rosse

Appena terminato di dire che sono in mood cinese ed ecco che torno al volo in Italia, più precisamente in Sardegna, anche se non mancano spunti francesi ed alpestri: trovo al mercato dietro casa, che è etnico nel senso migliore del termine, anche delle "cipolle rosse sarde" che mi ingolosiscono oltremodo.
Non ne è specificata l'esatta provenienza ma conosco le cipolle della Marmilla, con cui ad Alghero ho assaggiato tempo fa una catalana stupenda, e credo anche queste siano molto simili, Preferisco però evitare l'aragosta e dedicarmi in toto alle mie perfette e dolcissime cipolle in una ricetta che la valorizzi al massimo, indipendentemente dalla loro esatta origine in area sarda.
Non so in quanti ricordino che per diversi anni Davide Oldani ha creato ricette per la rubrica di cucina light de La Cucina Italiana. Ebbene: questo piatto è grossomodo il ricordo di uno di quelli ideati dallo chef, che ho pescato tempo fa in un numero di luglio di non ricordo che anno (credo…

melanzane farcite di gamberi alla cinese: il mio nuovo mood

(English recipe below) 
Nonostante le recenti puntate del Calendario del cibo Italiano mi tengano in patria l 'essere che mi vive a fianco cerchi costantemente di riportare la mia cucina se non proprio in Campania almeno in Italia, devo ammettere che ultimamente il mio mood culinario reale vive di Cina.
Allora se l'essere mi arriva a casa con voglia di melanzane non gli preparo una parmigiana ma un dim sum (stuzzichino) cinese di melanzane ripiene, che poi "casca a fagiuolo" per aprire una cena con amici che non  mangiano carne. Il nome del piatto è jiān niàng qiézi, 煎釀茄子, letteralmente "melanzane ripiene fritte", che di solito si farciscono con un composto di maiale, gamberi e cipollini molto simile a quello che si usa per riempire i ravioli a vapore jiaozi. 
E' un piatto molto amato in varie regioni della Cina e ogni versione locale ha aromi e spezie distintivi per la farcia, che può essere anche a base di solo maiale, di solo pollo oppure un misto di tu…

le polpette di pesce speziate di Montalbano

Oggi sarebbe il compleanno di Andrea Camilleri, che il Calendario del Cibo Italiano ha sempre celebrato con la Giornata Nazionale del Commissario Montalbano. Solo perchè ora scrittore festeggia gli anni da un altro luogo non è ovviamente il caso di abbandonare questa sana abitudine: sul Calendario quindi propongo una riflessione su cosa intenda Montalbano per "polipi alla napoletana",  
mentre qui ragiono sugli scambi millenari dei saperi mediterranei che hanno portato il nostro commissario ad assaggiare delle strane polpette di pesce. La storia va così: "Il commissario si mise in bocca mezza polpetta e con la lingua e con il palato principiò un'analisi scientifica che Jacomuzzi poteva andare ad ammucciarsi. Dunque: pesce, e non c'era dubbio, cipolla, peperoncino, uovo sbattuto, sale, pepe, pangrattato. Ma all'appello mancavano ancora due sapori da cercare sotto il gusto del burro ch'era servito per friggere. Al secondo boccone, individuò quello che non av…

pollo tiepido glassato ai fichi: evoluzione di una golosità infantile

Oggi per il Calendario del Cibo Italiano è la Giornata Nazionale dei Fichi, di cui sono golosissima: da bambina ne facevo scorpacciate arrampicandomi sull'albero del prato dei nonni svizzeri (mi sembra ancora di sentire gli avvertimenti: "Attenta, Nena, che i rami sono fragili e il fico è traditore!"), da ragazza me li serviva nel cestino, appena colti, il mio fidanzatino siciliano di allora, colti dagli alberi a fianco del campo di meloni dei suoi zii quando andavamo a trovarli d'estate nella "campagna" fuori Alcamo.Nonostante mi piaccia da impazzire mangiarli in purezza, qui dentro non mancano le ricette di fichi usati in cucina*, sia per piatti dolci che salati, ma devo dire che gli abbinamenti con ingredienti non zuccherini, che esaltano la dolcezza particolare di questo meraviglioso frutto, sono i miei preferiti. Così sia la ricetta che presento oggi per il Calendario che questa sul blog sono salate. Ma anche fresche, veloci, di stagione e nutrizionalm…

grissini dai mille usi, profumati al sale nero

E' dallo scorso anno che ho adottato un vasetto di lievito naturale e sto sperimentando a tutto spiano pani, focacce, pizze, brioches e chi più ne ha più ne metta. In tanti mesi i risultati e le loro evoluzioni non sono ancora comparsi qui sul blog, probabilmente perchè so bene che c'è chi è molto più bravo di me e sinceramente riempire il web di fette delle mie pagnotte non mi sembrava così indispensabile.Non so per quale deformazione, però, molto spesso ho comunque fotografato ciò che usciva dal forno, ed è così che, nel pubblicare l'altro giorno la ricetta a base di bresaola, mi sono resa conto che non solo l'avevo accompagnata con dei grissini fatti da me, ma che valeva magari la pena di raccontare questa ricettina, che ho personalizzato a modo mio ma che funziona da base per qualsiasi idea di aromatizzazione dei grissini, da altri semi erbe o spezie al concentrato di pomodoro o al nero di seppia.In questo caso il profumo morbido e noccioloso del sesamo riprende un…

bresaola, parte del mio cuore. Qui con sesamo e summac

All'interno di un percorso che in agosto tocca spesso temi montani, oggi il Calendario del Cibo Italiano celebra la Giornata Nazionale della Bresaola e della Carne Salada attraverso una ricetta di cui mi è stata affidata la responsabilità.  Tralascio un momento la carne salada, le cui differenze con la bresaola sono spiegate qui, per concentrarmi sulla bresaola: il mio rapporto con questo profumato salume è da sempre totalmente una questione di cuore e, se nell'articolo per il Calendario mi sono limitata a raccontare in modo semplificato la stupenda ricetta di uno chef stellato che sono certa la conosca benissimo, qui nel mio spazio "privato" aggiungo note del tutto personali.In Valtellina esiste un Consorzio che tutela l'autenticità della bresaola e raccoglie i produttori di grandi dimensioni, ma sul territorio esiste tutto un fiorire di macellerie locali con la propria produzione artigianale, destinata alle necessità dei paesini o poco oltre. In Valchiavenna, i…

red crab rice, blue cabbage and spiced chips: how to reinterpret a Gullah recipe fot MTC Taste the World

Within the new MTC Taste the World challenge about the Gullah-Gheechee culture and the red rice that characterizes its gastronomic specificity, I reproduced In my previous post the original basic recipe, where I reasoned about its red color: it’s also called Mulatto rice for the brown color due to tomato but in a great part also to the roasting of the vegetables and the bacon sizzling fat. Each Gullah family obviously has its own recipe: some prefer it beautiful red and fragrant with tomatoes, others are interested in a more complex flavor and less to a pronounced color, so that the tomato is there but not as the main star.  Once discovered that Alessandra ties the dish very much to its African origins, and consequently to jollof rice and thieboudienne, while I dedicated myself to deepening its evolution in America, I decided not to research here Gullahs' ancient culinary ties with their Motherland, which are however investigated by many other participants, but to find legacies al…

precisazione:

Per carattere tendo a tenermi in disparte e so che un comportamento simile in rete rema contro la normale volontà di visibilità di un blog che si rispetti: ho ricevuto spesso critiche per questo.
Mi hanno anche fatto notare che non sempre racconto le manifestazioni a cui sono invitata da aziende e che non polemizzo con chi ha utilizzato i miei testi o le mie foto senza citare il mio blog.
Ringrazio con passione chi mi rivolge queste critiche per affetto e chi mi sopporta lo stesso, nonostante non segua i loro consigli!